• 071/2804587 - 329/5685366
  • info@studio-conti.com
  • Ancona: Via Maggini, 55 - Matelica: Via Pergolesi, 4
guida-alla-visita-del-dentista

La Prima Visita dal Dentista

Prendersi cura dei propri denti è fondamentale, fin dalla più tenera età. Un’alimentazione sana, un’accurata igiene orale quotidiana e regolari visite dentistiche sono indispensabili per salvaguardare la propria salute orale ed evitare che piccoli disturbi, se trascurati, portino all’insorgenza di problematiche più serie e potenzialmente pericolose per lo stato di salute dell’intero organismo, rendendo spesso necessari trattamenti più invasivi e dispendiosi.

La prima visita dal dentista è un momento molto importante dal punto di vista medico, in quanto rappresenta il primo passo per formulare diagnosi accurate e definire piani di cura appropriati.

La prima visita odontoiatrica rappresenta una delle fasi fondamentali per la salvaguardia della salute del cavo orale. È proprio durante le visite dentistiche di controllo, infatti, che il team dello Studio Conti può rilevare la presenza di piccole problematiche, come, ad esempio, processi cariogeni al primo stadio, gengiviti e colletti dentali scoperti, che, se trattati tempestivamente nelle loro fasi iniziali, nella maggior parte dei casi possono essere risolti agevolmente.

La prima visita rappresenta, al contempo, il momento in cui si gettano le basi per la costruzione di un duraturo rapporto di fiducia, stima ed empatia tra paziente e medico specialista.

Prima visita dal dentista: mini-guida

Quando fissare la prima visita?

La prima visita dal dentista andrebbe idealmente effettuata all’età di due anni e gli appuntamenti di controllo andrebbero ripetuti ogni 6-12 mesi per tenere sotto controllo lo stato di salute dentale e lo sviluppo dell’intera bocca.

Quanto dura la prima visita

Per effettuare una visita dentistica approfondita non bastano pochi minuti. Il team odontoiatrico dello Studio Associato Conti vi dedicherà circa un’ora. La definizione di un buon trattamento, infatti, richiede una corretta diagnosi medica, e, per formulare diagnosi accurate, occorre abbastanza tempo per esaminare, osservare ed eseguire radiografie ed esami complementari.

Che cosa accade durante la prima visita

La prima visita odontoiatrica inizia con un colloquio finalizzato a mettere in evidenza quali siano le vostre esigenze e conoscere la vostra storia medica ed odontoiatrica.

Segue la visita alla poltrona, durante la quale l’odontoiatra effettua un attento esame visivo della bocca per verificare lo stato generale della vostra salute orale e parodontale, analizzando attentamente la condizione di:

  • dentatura
  • tessuti gengivali
  • lingua
  • articolazione temporo-mandibolare
  • parti molli interne della cavità orale.

Viene poi misurata la profondità delle tasche gengivali con il sondaggio parodontale, al fine di individuare eventuali problematiche a carico dei tessuti di sostegno degli elementi dentali, quali osso e gengiva. Si passa poi ad un controllo approfondito, con apposita telecamera intraorale, con cui viene ripreso l’interno del cavo orale.

Esami complementari

Qualora l’esame visivo non dovesse bastare per ottenere un quadro preciso sullo stato di salute della bocca, la visita dentistica prosegue con altri esami complementari, in base alle necessità, tra cui:

  • radiografie endorali, con cui è possibile esaminare due-tre elementi dentali alla volta;
  • panoramica dentale, propriamente detta ortopantomografia, che permette di individuare eventuali problematiche che possono sfuggire all’esame visivo ed alle radiografie endorali digitali;
  • TAC (TC Cone beam), radiografia tridimensionale estremamente accurata.

L’utilizzo di queste tecnologie all’avanguardia velocizza notevolmente la formulazione di diagnosi accurate e l’elaborazione di precisi piani di trattamento, evitando ai pazienti di doversi rivolgere di volta in volta a centri radiologici esterni.

Percorso terapeutico

In assenza di problematiche rilevanti, in genere, viene immediatamente proposto un piano di trattamento. Qualora, invece, il vostro caso presenti problematiche più complesse e richieda quindi più tempo per la definizione di un percorso di cura adeguato, viene fissato un secondo appuntamento durante il quale, esaminando il materiale raccolto durante la prima visita, verranno definiti uno o più percorsi di cura.

Che cosa fare in caso di urgenza odontoiatrica

In caso di ascessi, pulpiti, traumi dentali o altre problematiche che vi stiano causando intenso dolore, contattateci al più presto. L’équipe dello studio dentistico dello Studio Conti vi riceverà in giornata per far rientrare l’emergenza. La visita dentistica completa verrà eseguita ad urgenza risolta, in una seduta successiva.

 

Se vuoi ritrovare un sorriso sano e splendente, prenota subito una visita di controllo presso lo Studio Conti. Chiedi maggiori informazioni!